Camera Play / terzo giorno

Come raccontare la fine di un esperienza?
Probabilmente il modo giusto per farlo è vedendo il tutto, come un inizio. L’ultimo giorno di workshop è arrivato, purtroppo. Un giorno di andirivieni, di ultimi ritocchi, il giorno in cui tutti i tasselli del puzzle hanno finalmente preso il loro posto sul tavolo. Abbiamo avuto la possibilità, in questi tre giorni, di lavorare o comunque ricevere consigli e insegnamenti, da veri e propri professionisti del mestiere, abbiamo avuto la fortuna di utilizzare attrezzature, per molti, mai usate, abbiamo stretto nuovi legami, ne abbiamo consolidati di altri e ci siamo immersi a pieno nella natura e nei bellissimi luoghi che Urbino ci ha gentilmente dato in prestito. Ci siamo stancati, abbiamo riso, abbiamo dibattuto, abbiamo corso, giocato, guardato e sentito e per questo e tanto altro ancora vogliamo dire grazie, a chi ha reso tutto questo possibile. In particolare vogliamo dire grazie a Piero Barazzoni che ha messo a disposizione di tutti noi le sue competenze e le sue fantastiche attrezzature, a Raffaele Mariotti coordinatore del Workshop Camera Play per essere stato sempre, anche sotto il sole cocente, a disposizione di noi studenti e infine a Marcello Signorile per aver avuto l’idea, che certe volte, per “guardarelontano”, basta guardarsi intorno.

- andrea