Le Vele di Scampia

Una videoanimazione di 9 minuti che non menziona la mafia, ma si concentra sulle rovine spettrali dell’architettura che catturano, grazie al ritmo dirompente e ai giochi di luce ed ombra, lo sguardo dell’osservatore.

Composta da 7000 immagini riprese di notte con una reflex digitale e montate a velocità diversa da quella reale, l’ animazione fotografica “Le Vele di Scampia” restituisce in termini di linguaggio filmico il disagio di chi vive o frequenta questi luoghi. Zielony si interroga sul senso dell’ abbattimento delle architetture e su come forse non siano i mattoni i responsabili di quello che hanno fatto gli uomini. Il suo progetto artistico non dà risposte ma pone ulteriori interrogativi.

 

Alice Pace, Asmara Malinconico